[Paolo Barnard]

DICONO: LA CURA A.I. DEL CANCRO E’ PER TUTTI. ARE YOU FUCKING SERIOUS TECH-GLEBA?   

 

Ciao TECH-GLEBA amici miei, e un abbraccio agli ammalati di tumore oggi (fra cui forse anche io). Ho la classica buona notizia, ma due brutte notizie. Quale volete prima? Lo decido io.

La buona notizia è che è apparsa all’orizzonte una nuova A.I. start up sul cancro, che promette addirittura meglio di Benevolent A.I. o IBM Watson. Si chiama Mendel A.I. Premessa: anche loro puntano tutto sulla capacità, attraverso la A.I. e i computer quantistici, di esaminare un caso di cancro, es. quello del signor Mantovani, raffrontandolo a miliardi di dati clinici, cioè cartelle cliniche e studi scientifici del passato ma elaborati in millesimi di secondo dalle macchine di Deep Patient per dare al paziente signor Mantovani soluzioni promettenti ora! Questa è una cosa che nessun oncologo umano, o anche 2.000.000 di oncologi umani potrebbero mai fare neppure in un mese. Ma Mendel A.I lo sa fare ora, e ci aggiunge un tocco di genio:

Loro, invece di usare parole chiave nell’immane ricerca fra i casi clinici per trovare la diagnosi più precisa, la cura più moderna e ad personam per il signor Mantovani, loro di Mendel A.I. usano il metodo della ricerca fra i dati con un algoritmo che capisce la lingua non strutturata e naturale fra milioni di dati. Tutto ciò messo assieme, potrà risparmiare all’ammalato signor Mantovani mesi o anni di attese, e/o tentativi di cure/chemio/radiazioni/farmaci totalmente sballati per il suo tumore, come purtroppo accade oggi… (lasciamo perdere).

Fantastico. Questa è la buona notizia.

Le due brutte notizie sono queste.

Primo, appena un soffio di spiata su cosa stava pianificando Mendel A.I è volato fuori dalla finestra dei loro labs, gli INVESTITORI li hanno indorati con 2 milioni di dollari cash dai Venture Capitalists come DCM Ventures, Bootstrap Labs e Launch Capital; e destinati a divenire 10 volte di più fra poco, cioè un investimento di 200 milioni di dollari secondo Bloomberg. Solita storia, eh?...

… Se giovedì 24 aprile 2024 Mendel A.I annuncia un protocollo di A.I. tracciabilità e cura del tumore al seno, che guarisce il 98% in più di oggi, lei signorina Luciana Parmigiani di Fano Adriatico crede che la sua AUSL avrà i soldi per pagarlo quel protocollo, dato che gli INVESTITORI di Mendel A.I. vorranno decuplicare i loro investimenti, e dato che il nostro Ministero della Sanità deve tagliare… tagliare… tagliare… tagliare! (così ci dicono ancora oggi Gentiloni e la UE). No, NON li avrà la sua AUSL, signorina Parmigiani.

La seconda brutta notizia ha una strada un po' più lunga. Grazie all’amico primario cardiologo Massimo Fazzari di Torino, stavo leggendo un articolo clinico sugli infarti che lui mi ha mandato, pubblicato dalla prestigiosa rivista medica European Heart Journal, dove si racconta dei benefici possibili per i cardiopatici dell’uso della Risonanza Magnetica Cardiovascolare. Notate, si tratta di un metodo ‘preistorico’ rispetto a ciò che la A.I. e Deep Patient/Google, Benevolent A.I, IBM o Mendel A.I. ecc. ci stanno portando. Ma la cosa tragica era questa:

Gli autori del lavoro scientifico del European Heart Journal c’informano che neppure questa ‘preistorica’ forma di diagnosi (rispetto alle A.I.) è oggi usata come dovrebbe per salvare vite, perché... costa tanto al governo. E ci dicono pure che persino il mezzo di contrasto della Risonanza Magnetica Cardiovascolare (altro metodo non di A.I. quindi ‘preistorico’) è oggi… TROPPO COSTOSO PER LA MAGGIORANZA DEI SETTORI PUBBLICI DI TANTE NAZIONI.

Allora, se chi mi legge non ha il cervello di un cedro candito con l’insegnante di sostegno, lui o lei avranno capito che io vi sto avvisando di questo:

Oggi le nostre Sanità Pubbliche europee arrancano a stento senza fondi (ma li avrebbero con moneta sovrana) per salvare la vita a un cardiopatico con macchine semi-moderne, se gli va bene!!! Ma  esse sono totalmente medievali confronto a quelle nascenti in A.I. + Deep Patient + Jerome Pesenti + IBM Visual Recognition o + Mendel A.I ecc., quelle che possono salvare mille volte noi ammalati di oggi. Eppure a Roma ci dicono che dobbiamo tagliare perché ce lo dice Bruxelles (ma non è vero, studiate la MMT)...

... immaginate quando Mendel A.I. o Benevolent A.I. avranno la super diagnosi precoce o la cura del tuo tumore al colon, pancreas, polmoni, o seno, ma costeranno così tanto - PERCHE' DEVONO REMUNERARE GLI INVESTITORI IN A.I.- che il tuo Ministero del Tesoro di Roma, a culo in aria davanti a Juncker e a Draghi/Merkel, dovrà far finta di nulla e dirvi che servono le Austerità di spesa (ma non è vero, studiate la MMT), non le cure sanitarie A.I. salva-vite pagate dallo Stato... e tu Marco e tu Giovanna, e tu Giulio, e tu Marina... crepate, o i vostri bambini.

Allora, concludo: Chiunque tenti di farvi fessi dicendovi che il futuro di A.I. non sarà un'orrenda TECH-GLEBA divisa fra cittadino dell'AUSL, e chi invece ha i soldi per le A.I., soprattutto nel campo della Salute... voi rispondetegli da parte mia: ARE YOU FUCKING SERIOUS?


Se avessimo un'Italia MMT in Parlamento, tutto quanto sopra non varrebbe nulla. Ma non l'abbiamo. Marshall (che ancora combatte con il falsario Varoufakis contro l'euro! e non contro quanto detto sopra), Warren, Stephanie, Pavlina, Chiara (dati per dispersi ultimamente), cioè gli MMT peoples, e voi Italians, non avete mai capito nulla, davvero siete all'800. Sono stanco. MMT sticazzi se non capite chi va combattuto oggi.

Lettori, THINK.

E non fate figli.


* A parte ciò che la TECH-GLEBA sarà costretta a pagare alle A.I. Platforms a costo di non mangiare la sera (per luce, gas, trasporti, pagamenti, cibo ecc.), voi mi obiettate che il resto dei profitti di questi nuovi mostri A.I., a voi scettici, sembrano improbabili senza la gggènte. Ah, sì? E allora oggi ditemi, chi fa i profitti delle Luxury Brands che Forbes ci dice essere al top dei guadagni da sempre, oggi, nel 2017?