[Paolo Barnard]

FACEBOOK HA CENSURATO Barnard Paolo. 


Venerdì 24 febbraio 2017. Facebook mi ha censurato per la quinta volta. Ufficiale. Pagine chiuse. Sotto, il testo di ieri. PB

Di colpo da 5 giorni la pagina pubblica Barnard Paolo mi si apre sul pc per 6-7 MINUTI AL GIORNO, quelli in cui ho postato Ray Dalio e i due Humour di oggi. Per il resto delle 23 ore e 53 minuti non carica per nulla, e su nessun pc esistente, ho provato persino dai pc del Centro Apple di Bologna.

QUESTO ACCADE QUANDO OPERO DA ADMIN, CIOE' QUANDO OPERO PER POSTARE ARTICOLI, non succede a chi di voi carica la pagina. Sono furbi, non la chiudono, semplicemente impediscono a me di scrivere una riga.

E' evidente come il Sole che la mia pagina Barnard Paolo è presa di mira da Facebook Italia. Ste merde non hanno le palle di censurarmi per LA SESTA VOLTA (5 precedenti), e allora mi rallentano la pagina al punto da costringermi a chiuderla. Non posso stare sveglio 23 ore e 53 minuti al giorno per postare su Facebook.

Sul cellulare di chiunque, amici e informatici, il mio, Facebook, sempre se entro da admin che pubblica cose, mi blocca la pubblicazione dei post con la scritta "Posta ora, Posta dopo ecc." che se cliccata regolarmente manda tutto in blocco, ripeto che ho provato da almeno 5 cellulari di 5 persone diverse. 

Se non mi vedete più su Facebook NON E' PER MIA SCELTA. 

Potete sempre seguirmi su paolobarnard.info o su http://agorastrea.dyndns.info/members/paolobarnard/

Il "Toscanaccio" Giancarlo Algieri ha sempre avuto ragione. 

Ma voi? Voi ora posterete decine di migliaia di proteste a Facebook per la 6a censura di un giornalista vero? No. La vostra paginetta è sacra, più della vostra vita (o più del vostro amore).

E allora andate a cagare, buffoni.