[Paolo Barnard]

I GIOVANI SONO FU…? FU…?

Arrivo a un bancomat. Ci sono 4-5 ragazzi 20-30anni, attivisti universitari. “CAZZO! BARNARD! Sei tu! Eccezionale… Dio in persona!… Di più, Apollo Marte Giove le Galassie e i Buchi Neri in un solo giornalista…..!” A momenti edificano San Pietro lì seduta stante.

Bla… Bla… la mia carriera, la cacciata dai media, il personaggio, Vate della Rivoluzione ecc.

Io: “Ma avete letto l’ultima sul mio sito?”.

Loro: “Sito? Lei ha un sito? No, guardiamo i suoi video su Youtube!

Ah!

Fine scenetta, io volevo essere fulminato dal bancomat, ma purtroppo non c’erano fili scoperti.

Ogni santo giorno che Dio (cioè io) manda in terra ricevo mail di giovani, E DA ANNI, che mi dicono che devo aprire un canale Youtube invece di scrivere articoli, perché NESSUNO LI LEGGE, MI DICONO, MENTRE I VIDEO.... Perché, sapete, alla fine della fiera aveva ragione il Guru di tutti questi Corsari Garibaldini Giacobini ventenni quando declamò:

Se non è su uno schermo, allora non conta un cazzo” (Cavaliere Silvio Berlusconi)

I giovani di oggi, quello 0,8% che s’impegna oltre le Ceres e Whapp, se non hanno lo SHOW da guardare non ti cagano pari. Magari tu hai scritto il Capitale o La Bolivia del Che, ma sai, Che Guevara,… non sei su Youtube! Sfiga Che.

I giovani di oggi sono fu…? fu…? Fumo negli occhi baby.