[Paolo Barnard]

IL CORANO, SURAH 4:34: LE DONNE OBBEDIENTI E UMILIABILI. POI LA UE E IL NOSTRO PORCO FEMMINICIDIO.

 

Basta leggere tutte le possibili traduzioni della Surah 4:34 del Corano per capire che la donna non ha speranze nell’Islam. Vi è scritto che essa è inferiore all’uomo (per volere di Dio o per natura) e che deve obbedire. Se non lo fa, va punita, chiusa in camera, umiliata, o, a seconda delle traduzioni, anche picchiata.

Fine della storia, visto che nell’Islam il Corano non è interpretabile né modificabile per l’eternità. Non ci sorprende quindi che i musulmani che arrivano qui, giovani con gli ormoni a mille e nessuna chance di trovare sesso, finiscano a volte per stuprare o molestare le europee. No giustificazioni, assolutamente, ma la loro cultura sulle donne è anche la Surah 4:34. Capito il senso?

Ora passiamo all’ometto benestante cristiano o no, bianco di pelle, che abita la UE. Leggete il rapporto del 2014 Violence against women: an EU-wide survey, della EUROPEAN UNION AGENCY FOR FUNDAMENTAL RIGHTS. Risultati:

dal 9,6% al 67,8% delle donne europee è soggetta a molestie sessuali, violenze, trattamenti sessualmente umilianti, o stupro. Questo da parte in primo luogo dei propri partner, poi da estranei. La differenza nei due numeri statistici dipende da che tipo di violazione femminile si parla. Ma quando si legge 67,8% vengono i brividi.

E vengono brividi da crampi allo stomaco quando il medesimo studio ci dice che si tratta di cifre probabilmente 1/10 della realtà, perché la stragrande maggioranza delle donne europee finisce per non denunciare le violenze, in particolare quelle del partner.

Nessuna licenza per sti islamici di aggredire le donne, ma nessuna licenza per noi ipocriti maschi bianchi porci che hanno fatto il catechismo di puntare il dito contro di loro.