[Paolo Barnard]

SIETE SABBIA.

 

Ogni volta che scrivo un articolo che non parla di Eurozona, di Tasse, di Vero Potere, ma che va al cuore, al cuore, tipo “Non ti ho dimenticata donna dei chicchi di mais”, o “L’ho amato quel bimbo”, o “Mi ha chiesto: Scrivi del mio freddo”, o “334.193.413, apro la mail il giorno dopo sperando, per favore, che almeno due persone in tutt’Italia mi scrivano qualcosa su quelle parole al cuore. Ne ho così bisogno. Ma mai…

Mai. Mai una singola mail. Indicibile.

Mi scrivete però centinaia di domande, opinioni, papiri dementi, su tutti i temi tecnici,

tecnici

tecnici

tecnici

tecnici

… cuori morti. I vostri cuori sono morti. E non ce la faccio più a stare nel deserto, a scrivere per la sabbia, ad aspettarmi dalla sabbia che gli batta un cuore.

Siete sabbia e neppure mai lo capirete.