[Paolo Barnard]

OGGI I LADRI PUBBLICI SONO PARTIGIANI. IERI ERANO BARZELLETTE. NON LO CAPISCONO GLI IDIOTI.

 

Senza conoscere come funzionano i sistemi monetari si finisce a seguire Travaglio o Mentana o La Repubblica, cioè fattucchiere, idioti e untori.

La moneta è emessa in esclusiva dallo Stato (es. USA, Giappone, Svezia), oppure nel caso di noi che usiamo l’euro, da uno Stato informale chiamato Banca Centrale Europea (BCE).

Una volta emessa, la moneta, essa viene data alla società civile di cittadini/aziende dagli Stati (o dalla BCE), e poi solo dopo viene ritirata, cioè ripresa indietro, sotto forma di tasse. Es.: lo Stato, o la BCE, spendono per noi 100 soldi, e ci riprendono indietro in tasse 40 soldi, 70 soldi, o raramente tutti i 100 soldi che ci hanno dato.

Un bambino di prima media deduce giustamente che non è possibile che le tasse finanzino lo Stato o la BCE. Abbiamo appena detto che lo Stato (o la BCE) sono i creatori della moneta IN ESCLUSIVA, e ci danno 100 e ritirano 40, a volte anche 70, ma talvolta addirittura 100. In ogni caso PRIMA hanno dato a noi in spesa pubblica (ospedali, scuole, strade, assistenza, trasporti, pensioni, stipendi pubblici, ecc.), e solo POI ritirano denaro (tasse). Quindi le tasse non finanziano nulla nello Stato.

Questo è vero in regimi di sovranità monetaria, cioè là dove è il singolo Stato che emette la sua moneta (es: USA, Svezia, Argentina, Giappone, Korea, Russia, Canada…), sia nell’Eurozona, dove gli Stati appartenenti non emettono più la loro moneta (Lire, Marchi, Franchi…), ma usano gli euro della BCE.

Abbiamo appena dimostrato che la moneta RITIRATA DALLO STATO IN TASSE NON FINANZIA LA SPESA DELLO STATO, cioè ospedali, scuole, strade, assistenza, trasporti, pensioni, stipendi pubblici, ecc. Impossibile, perché LO STATO CE LA DA’ PER PRIMO, ed essa, la moneta tassata, è sempre meno di quella che lo Stato spende per ospedali, scuole, strade, assistenza, trasporti, pensioni, stipendi pubblici, ecc. O, in rarissimi casi storici, esattamente pari.

Ma se ne deduce anche un’altra cosa:

CHE I SOLDI RUBATI DA CERTI TIZI DALLE NOSTRE TASSE NON DIMINUISCONO DI UN CENTESIMO LA CAPACITA’ DELLO STATO DI FAR FUNZIONARE LA SOCIETA’. Per forza...

... LE TASSE NON FINANZIANO MAI GLI STATI. LO ABBIAMO APPENA DIMOSTRATO.

E allora perché sto putiferio se tizio, Caio, Fiorito o Marino hanno preso soldi dalle nostre tasse per i loro viaggi, ristoranti, auto o puttane?

Non lo capisco, ma non solo, C’E’ MOOOLTO DI PIU’ DA CAPIRE.

Già in uno Stato a moneta SOVRANA come USA o Giappone, i ladruncoli pubblici sono solo zanzare pruriginose che sinceramente fanno un cazzo alla capacità di quegli Stati di spendere per il pubblico. Storici sono gli esempi di USA e Giappone che – ladri, corrotti e ladruncoli a parte – hanno pochi anni fa deciso di spendere letteralmente IL DOPPIO DEL BUDGET DELLE LORO BANCHE CENTRALI PER AIUTARE L’ECONOMIA (trovate Ben Bernanke su Youtube alla CBS, dice proprio questo). Washington o Tokyo non hanno mai esitato a raddoppiare la spesa pubblica di trilioni di dollari (altro che Marino) Perché la proporzione fra il furto del ladro pubblico e il POTERE DELLO STATO DI EMETTERE SPESA è letteralmente 1 euro (il Marini) a 2 mila miliardi di euro (lo Stato).

Ma in Italia, dove i ‘cosiddetti’…

COSIDDETTI SOLDI PUBBLICI

…altro non sono che tasse IN EURO (moneta non nostra), tasse assassine chieste all’Italia dalla Germania e dai tecnocrati-culo&camicia con la Germania per distruggerci… E PARLO DEL PAREGGIO DI BILANCIO IN COSTITUZIONE DECISO DAI CRIMINALI MONTI-LETTA-RENZI-PD-PDL lecca culi della Germania…

bè in Italia dove i soldi PUBBLICI sono

TASSE OMICIDE CONTRO AZIENDE E FAMIGLIE E SERVIZI PUBBLICI VOLUTE DALLA MERKEL…

… rubare quelle tasse e spenderle in Italia è un atto di

PATRIOTTISMO.

Lo riscrivo:

IN ITALIA DOVE I SOLDI PUBBLICI SONO TASSE OMICIDE CONTRO AZIENDE E FAMIGLIE E SERVIZI PUBBLICI VOLUTE DALLA MERKEL…

… RUBARE QUELLE TASSE E SPENDERLE IN ITALIA E’ UN ATTO DI PATRIOTTISMO.

Marino, sei un involontario eroe nazionale.

Perché? Oltre a quanto già spiegato sopra aggiungo:

Le tasse che vanno nelle casse di Stato e Comuni e Province dopo il prelievo CRIMINALE impostoci dalla EuroMerkel, sono letteralmente pane sottratto a occupazione, sanità, servizi agli anziani, strade, infrastrutture, vita italiane per il beneficio della Germania. OK? Rubarne una fetta e SPENDERLA PERO’ QUI IN ITALIA, significa

RE-DISTRIBUIRE LA RAPINA DI TASSE CONTRO NOI ITALIANI VOLUTA DALLA MERKEL A FAVORE DI NOI ITALIANI.

Spiego:

Un amministratore pubblico italiano che ruba 500.000 euro dalle tasse della Euro-Merkel e che li spende IN PICCOLE MEDIE AZIENDE ITALIANE, RISTORANTI, HOTEL, VILLE, VINI, PUTTANE (che poi spendono qui), VOLI NAZIONALI, FESTE CON CATERING ITALIANO, APPARTAMENTI ITALIANI, AUTO, e via dicendo, è un…

PARTIGIANO. 

Perché?

Perché semplicemente, e ATTENTI A QUESTO PASSAGGIO

PRENDE I SOLDI CHE VI HANNO RUBATO IN TASSE PER LE TASCHE DELLA GERMANIA, E DEGLI HEDGE FUNDS E DELLE BANCHE INTERNAZIONALI IN EUROZONA…

E LI RIDA’ ALL’ITALIA, A QUEI RISTORANTI ITALIANI, CUOCHI ITALIANI, CAMERIERI ITALIANI, VOLI CON PERSONALE ITALIANO, EDILIZIA ITALIANA, VITICOLTORI ITALIANI, PROSTITUTE CHE SPENDONO IN ITALIA, CONCESSIONARI D’AUTO ITALIANI, ecc. Cioè:

Sono soldi sottratti a un disegno criminoso europeo e spesi per aumentare la DOMANDA AGGREGATA (l’economia interna) italiana.

Le tasse in Italia, dove non esiste più una sovranità parlamentare NE’ DI BILANCIO, sono una rapina criminale, CRIMINALE CRIMINALE CRIMINALE CRIMINALE, voluta dalle Austerità tedesche per distruggere la concorrenza italiana. Le prove? Eccole:

Nel 1996 la Germania si rese conto che Italia e Irlanda (dati Fondo Monetario Internazionale 1997) stavano devastando, non distruggendo, ma DEVASTANDO Bonn con esportazioni da iperspazio, mentre ste merde tedesche erano? Erano? Erano?...

IN ROSSO! Non esportavano un cazzo! L’ITALIA GLI PISCIAVA SULLA TESTA ((dati Fondo Monetario Internazionale 1997)

Allora torniamo al punto d’inizio. Due situazioni:

A) L’Italia ha la Lira come moneta sovrana, e ci sono i ladroni. Se i ladroni rubano soldi delle tasse, essi non sottraggono nulla alla spesa pubblica per ospedali, pensioni, scuole e bambini, perché lo Stato può spendere quanto gli pare PRIMA DI TASSARE (leggi sopra). Inoltre i ladroni li spenderanno al 99% in Italia, dando quindi a piccole medie aziende italiane un reddito inaspettato. Cioè PIL. Benissimo. Infatti nel 1994, in piena Tangentopoli, l’Italia era votata da Standard & Poor’s come “una delle economie più fiorenti d’Europa”, nonostante i ladroni. (dati: La Repubblica Finanza).

B) L’Italia ha una moneta non sua, l’euro, e deve pagare tasse mostruose per accontentare le regole dell’Eurozona (pareggio di bilancio). Quelle tasse sono UNA RAPINA ILLEGALE, MAI VOTATA DAGLI ITALIANI, CONTRO DI NOI E VOLUTE DALLA GERMANIA PER DISTRUGGERCI. Se i ladroni italiani rubano da quelle tasse e li spendono in Italia, daranno quindi a piccole medie aziende italiane un reddito inaspettato. Cioè PIL. Rubano da tasse Italianicide e ci danno il contante in spesa privata che ci fa crescere e ci fa pagare lavoratori.

Allora, Marino, non dovevi dimetterti. Travaglio deve essere cacciato dalle Tv per l’Interesse Pubblico, e chiunque non voglia studiarsi le regole di base della MACRO-ECONOMIA DELLO STATO E DELLE TASSE COME SOPRA SPIEGATO, si levi dalle balle e vada a casa di Grillo a sbraitare boati intestinali.

Idioti (non voi 0,2%)