[Paolo Barnard]


IS THERE ANYBODY OUT THERE?

 

Devo premettere che ho passato una notte orribile, some pretty miserable wack of a night. Da giornalista col mio pedigree, e la certezza di essere stato scientificamente demolito in Italia nonostante la mia statura (leggetevi il mio CV su paolobarnard.info), ho sciaguratamente assistito last night a una puntata di Hard Talk della BBC, che dovrebbe essere il contenitore inglese dove gli ospiti vengono grigliati vivi, dove they run the gauntlet, e dovrebbero uscirne badly messed up the ass. Bene, l’ospite era il fondatore dei Pink Floyd, Roger Waters, celebre ormai solo per aver scritto The Wall.

Io lo intervistai in esclusiva quando nessuno se lo cagava più, nel 1988, proprio sulle politiche di The Wall, ma anche sui suoi progetti futuri che, mi disse, erano A) mai più mega concerts B) battaglie a favore dei perseguitati politici del mondo. Ok.

Waters ha da allora rinnegato entrambi i suoi propositi, lo sapete tutti. Ha di recente accennato una buffonesca messa in scena contro il Muro di separazione fra Israele e Palestina, ovviamente to sell his fuck... (finisce per ing) records. Ok.

Ma la cosa che mi ha fatto sprofondare nello sconforto (sono seguiti 7 bicchieri di Pinot) è sta la pietosa messa in scena del codino della BBC, quello che doveva essere uno spot of hard bother, il quale ha incalzato Roger Waters sul suo presunto anti-semitismo solo perché ha difeso tiepidamente i Palestinesi per 4 minuti, tempo fa. Waters ha balbettato risposte così striscianti ai piedi della Lobby ebraica (il B'nai B'rith) che un miracolo mi ha impedito di sputtanarmi il mio Mac con una vomitata sulla tastiera. Ma peggio, di nuovo: quel belante petulante idiota di reporter che fra un po’ si faceva circoncidere in diretta pur di difendere Israele, sarebbe il conduttore della BBC incazzata? Siamo alla fine, fra poco scoprirò che Glenn Greenwald prende soldi dai Sauditi e mi ammazzo.

E questo mi porta a me. Passati gli anni di Report e della Tv, dalle 2-3-4-500 mail al giorno che ricevevo, ora ne ricevo 4 di media. Il mio sito è letto da due condomini messi assieme al giorno, cioè da nessuno. Certo, ogni santo giorno qualcuno mi ferma per strada, ma che cazzo significa? Magari è un tizio/a che mi ha visto una volta in TV, non fa testo. Allora la mia domanda è:

Is there anybody out there che mi segue? Roger, cantalo per me, magari qualcuno mi risponde.

Non che mi fotta un cazzo, tanto scrivo lo stesso, ma solo per capirvi bene.

Certo che se, come è accertato, gli italiani sono scimmie-cani nel DNA che fioccano dai fantocci che non ripeto più, la BBC non sta viaggiando bene. Cristo! Io mi ricordo i tempi 25 anni fa quando Owen Bennet Jones della BBC World Service intervistava Menghistu o Noriega, e li sputtanava a domande talmente rasoiate che mi sono sempre chiesto come abbia fatto a tornare vivo da ogni trasferta. He was the kind of guy nasty people bump off appena possono. Ma tutto finito anche in GB.

Baci, saluti ai miei ex eserciti di lettori passati altrove (fuck off u pissheads), e fine nota.

Is there anybody out there?...