[Paolo Barnard]

POPOLO DI BARNARD, ISCRIVETEVI AL M5S. BARNARD IMMAGINAVA L’AMAZZONIA.

 

Serio, sono serio. Prendete i vostri stracci e iscrivetevi tutti, miei cari e care fans che mi volete Leader, al M5S. Lì c’è il Leader che fa tutto per voi, e c’è il recinto delle pecore, quello per voi. E’ già tutto pronto e confezionato. Ciao e tanti saluti, si prega di non rompere più il cazzo al sottoscritto con sta storia del Leader. Saluti…

______________________________________

Caro nessuno (visto che tutti gli altri proprio gnà possono fà),

cosa ci vuole per essere Leader? Devi essere un funambolo dell’autoritarismo, finta democrazia, e un gran paraculo (e infatti la Storia c’insegna che anche i Leader ‘buoni’ avevano lati deprecabili, Mandela, Gandhi, Guevara…). Se un singolo deve tenere insieme una grande massa di individui (gli italiani poi sono impossibili: “2 Italiani fanno una parrocchia o una mafia, 4 Italiani fanno una parrocchia o una mafia e due correnti” cit. Barnard), se deve tenere insieme una grande massa di individui non può che essere come detto sopra, ma particolarmente autoritario e paraculo. E’ nominato Leader e deve decidere (gli altri contano un cazzo), ma questo non piace all’immagine, e allora deve far finta di far decidere al suo popolo (ti ricorda qualcuno?). Se poi nel suo popolo c’è qualcuno che è un pelo sopra al livello pecorone, magari cane lupo, allora va fatto fuori perché quello prima o poi gli romperà il cazzo. Ma peggio di tutto, il Leader per definizione deve tenere la sua platea sotto di sé, se no che cazzo di Leader è, e questo equivale sempre a una cosa tragica: CHE NESSUNO NELLA SUA PLATEA CRESCA AL PUNTO DA DIVENTARE VERAMENTE FORTE, COMBATTIVO E INDIPENDENTE. Cioè tutti devono rimanere pecore.

Fine, necrologio del Leader. Non funziona, e lo si è visto nella Storia, dove tutte, dico tutte le rivoluzioni guidate dal Leader sono poi marcite o sono state disfatte dal Potere, proprio perché il popolo dei ‘rivoluzionari’ rimasero sempre le pecore del loro Leader. Morto il Leader, tutto si disfa.

Io, caro nessuno, invece penso all’Amazzonia.

La legge che ha permesso per centinaia di migliaia di anni alla foresta di dominare il Pianeta è esattamente l’opposto della logica-Leader. In Amazzonia non vi fu l’Albero Leader alla testa di milioni di specie vegetali all’assalto. Non c’erano i comizi dell’Albero Supremo, e tutti a seguire. No, esattamente l’opposto.

Ciascuna pianta, arbusto, erba, albero fece la sua battaglia DA SOLO, vita o morte, lottò coi SUOI semi per ricavarsi lo spazio e per portarsi avanti e per sconfiggere il nemico: parassiti, animali devastatori, malattie, tempeste, molti suoi simili, e la morte prematura. Ne uscì la più potente foresta del mondo. E stanne certo, mio amico nessuno, che anche contro la nefasta opera dell’uomo la foresta, senza Leader e con la stessa logica della forza dell’individuo che lotta, vincerà e stravincerà. Noi merde saremo scomparsi e l’Amazzonia vincerà.

Ecco cosa cercava di costruire Barnard con la sua opera. Singole piante forti che combattono senza Leaders, e alla fine un’Amazzonia meravigliosa. Lo ha scritto per anni, ha operato in questo senso per anni. Ma ha perso, perché gli italiani…

… “Barnard candidati! Barnard aggrega ancora, siamo in tanti! Barnard!!!”… (BARNARD VAI A FARTI UN RIPOSINO, GRAZIE DEGLI INSEGNAMENTI E MO’ ORA IO PRENDO SU E GLI FACCIO UN CULO COSI’ AL POTERE……. Questo invece dovrebbero dirmi gli italiani….. sì, hahahhahah, stoccazzo). Ciao nessuno.

_______________________________

p.s. Beppe hai in arrivo i barnardini, stampa le tessere.