[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


HO PERDUTO IL PARADISO?

 

PREMESSA: in queste righe che ho ricevuto per mail e che pubblico sotto si citano dei geni come Newton, Hemingway, Beethoven. Poi si citano menti pazzoidi, egomaniacali, distruttive, come il Satana di Paradise Lost. Ecco, la persona che mi ha scritto mi dice che io appartengo alla seconda categoria. E se fosse vero?, mi sono chiesto. Non mi sono risposto, ho preferito pubblicarle quelle righe, perché hanno un significato che va oltre chi io sia. 

Alla persona che le ha scritte ho questo da dire: quando saremo morti entrambi, conteremo le anime che ci verranno incontro per dirci "grazie per quello che hai fatto per me". Quante verranno da me e quante da te. E non parlo del mio lavoro, ma di ciò che ho fatto in privato per il prossimo. Lì sarà deciso chi siamo stati in vita. 

 

“Vediamo se si riesce a fare un discorso serio da questa boutade di genere "musicale" (il mio post sui Guns ‘n Roses, nda)

"E’ bello scoprire umanità e sentimento nell’ultimo posto al mondo dove uno pensava di trovarli..." cioè, in esseri umani?? Sinceramente non è l'ultimo posto al mondo in cui me li aspetto, semmai mi stupisce sempre il contrario, la mancanza di umanità e la bestialità più totale in alcuni di loro. D'altronde anche i Guns n’ Roses, in quanto "esseri umani", condividono lo stesso dna di Ghandi, Canova, Tesla...

Il fatto che riporta il tuo post dimostra pienamente, invece, che gli uomini-porci non possono proprio migliorare il mondo - cosa che implica altre qualità e non bastano emozioni e intuizioni, soprattutto non scostanti o incoerenti con le proprie azioni  (e infatti non mi risulta l'abbiano fatto neanche i Guns n' Roses) - dal momento che, come i porci, producono principalmente merda con la quale imbrattano il prossimo. Dimostra anche che qualche pensiero buono e azione decente li eleva per 5 minuti per poi tornare a grufolare col muso nel fango.

Al massimo, qualcuno di questi, particolarmente dotato, produce anche una qualche forma d'arte, qualche splendida perla, in mezzo alla merda. Genio e sregolatezza vanno insieme, si usa dire, ma non è sempre così. Ci sono geni che non sono sregolati o borderline e borderline che non sono affatto geni, anche se gli piacerebbe. Ma quando invece lo sono, e spesso davvero in combinazioni micidiali, per loro - poveretti, sul serio - e per gli altri - idem - quella sregolatezza è comunque e SEMPRE un danno per la società, che deve sopportare questi "geni" e sobbarcarsi i danni materiali ed umani che fanno un po' ovunque. Un costo che dovrebbero (dovrebbero! perché se si riceve un talento, spenderlo è un obbligo morale) bilanciare aggiungendo almeno un controvalore positivo superiore (di pensiero, di arte, di invenzione, etc...)... Quindi ci teniamo le crisi depressive e maniacali di Newton, il narcisismo crudele di Hemingway, il caratteraccio di Beethoven, etc...Ok, le persone intorno a loro hanno sofferto come bestie, ma l'umanità ha avuto la Legge di Gravitazione Universale, il Vecchio e il Mare, la Nona Sinfonia...non giustifica (assolutamente no!!!!!!) la vita distrutta di quei pochi disgraziati, ma la compensa su un livello superiore. 

Il genio, il "grande solitario", è un anarchico per natura, un outsider che porta in dono all'umanità una visione della società e del futuro diversa, una consapevolezza nuova, straordinaria e indispensabile al progresso di tutti. Le sue analisi e i suoi input sono, appunto, geniali. Tuttavia ha in sé, per lo stesso motivo, il germe della distruzione, e se non è molto cauto e disciplinato, consapevole del suo dono e del pericolo che comporta (un po' come il fuoco) rischia di incendiarequella stessa società che voleva migliorare. Infatti questi individui "eccezionali" sono incapaci di creare aggregazione (da qui l'impossibilità per loro di cambiare il mondo, saranno altri a farlo, dopo) e spesso distruggono tutto quello che toccano. La loro sregolatezza è arrogante e non chiedono mai mai e poi mai scusa per i drammi - veri - che causano agli altri con i loro comportamenti antisociali, talvolta letteralmente disumani, e il loro caos mentale e morale, perché si sentono "superiori" alle leggi della comunità, perfino dei sentimenti, in un delirio di onnipotenza che ricorda molto il Satana di Paradise Lost, più che un essere "umano". Un po' di coscienza in più e responsabilità non guasterebbe. E la giusta consapevolezza che le loro magnifiche perle brillano, ma su un bel cuscinetto di merda.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...