[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


TAKE A WALK ON THE WILD SIDE

 

E’ sempre dolore, una pena forte che ti fa da coda nella vita, proprio come una vera coda, non ce l’hai davanti, ma dietro, e non vorresti vederla mai, ma c’è, inutile e Dio quanto fa male. Ok, ce l’hai, da dove viene non importa ora, quello che importa è cosa ci fai. Ed hey, non ce lo scordiamo, è sempre dolore, inutile, ce l’hai.

Poi dipende da dove ti trovi, di chi sei figlio, se hai mezzi, e un sacco di altra roba, che determina come quel dolore nella stragrande maggioranza dei casi ti trasforma comunque in un banale stronzo. Ma proprio banale, uno comune che fa la sua vita cieca e sorda e muta, e magari dall’esterno sembra tutto ok, ha la casa, lavora, esce, fa figli, fa disastri coi figli, fa la merda al lavoro, ed è un po’ vigliacco, un povero culo, come si usa dire, e il peggiorativo è un povero culo qualsiasi. Ok, ok!! ci sono anche i poveri culi buonini, ok, dai, ma non è che rendano la vita migliore a nessuno in ogni caso.

Ma poi ci sono quelli che hanno la coda, se la portano dietro eccetra. Ma sono nati con un quid in più, qualcosa che è… non so, un guizzo dell’anima, una scossa elettrica che c’è, anche quella, sempre lì, tutte le mattine o pomeriggi, dipende quando uno si sveglia. E’ un qualcosa che non ti permettere di ficcare la tua spina nella solita presa al muro e fare il tostapane tutta la vita. Non lo fai. O se lo fai, lo fai facendo un casino d’inferno, una roba che manda in tilt presa, fili, e  tutto il condominio. E allora uno così cosa fa? Bè, he takes a walk on the wild side. Prima o poi lo fa, guardate, non scappa, magari inizia a 14 anni, o forse a 18 ma non oltre. E’ uno che cammina sempre storto rispetto a tutti gli altri, ma soprattutto insonne di vita, uno che la vita non se la dorme mai, e questo arriva a torturati al punto che you take a walk on the wild side. E cosa fai?

Qui di nuovo il gruppo si divide. Ora you take walk on the wild side, ma ci sono quelli il cui guizzo, quella scossa elettrica che cammina di fianco alla coda del dolore di merda, sto dolore bastardo di cui non ti liberi neppure se tenti di staccartelo a morsi, ci sono quelli, dicevo, che con sta roba vanno giù per la fogna di quel walk, poveracci, non sanno neppure che lo stanno facendo, e vanno a sbattere di qui, poi di là, e alla fine è sempre una fine infame, ruderi alcolizzati strafatti tossici cirrotici psicotici falliti impazziti, che crepano come lo stronzo banale, il povero culo, quello banale. Ma ahimè lasciano sempre, i primi e i secondi, un’unica eredità di merda, tanta miseria lasciata ad altri, ma tanta, Dio, lo strazio a volte è orrendo per chi rimane.

Ora vi dico di un altro gruppo di camminatori on the wild side, sono quelli che con quel guizzo invece accendono palazzi, colorano cieli, oliano una strada ruvida a milioni di persone, trasformano il loro Tempo, gli viene da fare cose impensabilmente belle mentre they walk on the wild side. Non c’è merito, è solo che quel guizzo dell’anima è più forte, l’elettricità ha più colori, tanti tanti di più. Li ricorderemo sempre questi, e però spesso anche la loro è una fine infame, ruderi alcolizzati strafatti tossici cirrotici psicotici falliti impazziti, alla fine, e anche loro, diciamocelo, si lasciano dietro tanti intossicati dal loro dolore, innocenti intossicati spesso, purtroppo.

C’è però un terzo gruppo, cioè sempre la coda, la scossa elettrica ecc., e sì, anche questi colorano cieli e accendono luci, ma as they take a walk on the wild side la capiscono tanto tanto bene la wild side, e il male che fa se lo tengono tutto per sé, nessuna eredità infame agli innocenti, o forse sì, un poco, un pochino, ma innocentemente poco e molto di rado. They take a walk on the wild side e pagano solo loro ogni scontrino fino alla fine, una fine anche questa come quella di tutti quelli che crepano, e fidatevi, a quel punto non ci sono le coloured girls che dicono doo doo doo, doo doo, doo doo doo….

Buon ascolto https://www.youtube.com/watch?v=4wNknGIKkoA

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...