[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


LE DONNE, UHHHH!

 

Quella che segue è una conversazione da me realmente ascoltata, una sera a cena da un collega a Roma. Parla, allegramente, un tizio:

Dalla finestra del salotto di casa mia vedo l’interno di un appartamento dove vivono due vecchi. Praticamente tutte le sere litigano, e lui finisce sempre col prenderla a sberle, le tira le tazze... insulti, e giù botte…

I presenti al tavolo ridacchiano, assieme al tizio che racconta… Ok? Letto bene? Ora la sorpresina:

Ho mentito, le parti sono invertite. Nel reale racconto che udii quella sera si trattava di una vecchia che ogni sera sbraitava contro un vecchio e lo prendeva a sberle, gli tirava la roba, insulti e giù botte. Le risatine dei partecipanti alla cena si accompagnarono con “e il mattarello? Hahahahh! Uhuhuhuh!”.

Poi si riprese la cena come nulla fosse. Quanti ce ne sono di uomini sottoposti a sta roba? Molti meno che donne? Certo. E quindi significa che le colpe del Fascismo con gli ebrei sono da ignorare perché il Nazismo fu molto peggio? 

Ora, voi 0,2% di persone là fuori che sapete che le donne possono essere roiti di vomito umano tanto quanto gli uomini, immaginate i giorni di quell’anziano, fra l’altro i suoi ultimi giorni. Immaginate la sofferenza. Immaginate a chi poteva rivolgersi… “Mia moglie mi picchia”, e la polizia in questura “Hahahahh! Uhuhuhuh!”.

A Copenhagen incontro N.G., un pittore paraguaiano di 62 anni sopravvissuto alle torture del dittatore Alfredo Stroessner fino al 1989. Mi racconta: “Sono stato operato alla spalla e all’anca sinistra qui all’International Center for Torture Victims perché avevo le due articolazioni completamente distrutte. Il motivo è che alla fine delle sessioni di tortura, dopo le scariche elettriche nei testicoli, dopo l’acido versato nell’ano, dopo le falangi spaccate a martellate, mi appendevano a una catena per la caviglia sinistra e a un’altra per il polso sinistro. Poi chiamavano dentro una prostituta, che si spogliava nuda e mi si sedeva sul torace e si dondolava con me come fossi un dondolo. Stava lì, finché il mio intero corpo non collassava in basso. Era il segno che le giunture si erano spezzate. Poi si rivestiva, la pagavano e andava. Era una tecnica nota, l’hanno applicata a migliaia di noi, con centinaia di ragazze. So di pochissime, forse meno di una decina in 7 anni di carcere, che si rifiutarono. Ne chiamavano altre. Le pagavano bene”.

Donne. 

(per lo 0,2%: ne ho da farvi vomitare per un mese. Continuo?)


 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...