[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


Paolo Barnard e Twitter

 

Suona familiare? “hei @xyx, se te la depili te la lecco, ma non ci contare sul mio uccello, è in sabbatico” – “massa di coglioni, sapete che sembrate ancor più coglioni quando prendo la metamfetamina?” – “credo che se quell’assassina di erezioni di @abcd mi succhiasse l’uccello mi sentirei come una punta di trapano in un muro” – “ma sai che tu sei talmente idiota che mi chiedo se il tuo cervello non sia rimasto dentro l’utero di tua madre?” ecc.

Questo è stato Paolo Barnard su Twitter per diverse settimane. Poi ci metteva anche qualche buon pezzo di economia, anche dei “@efghi grazie, ti apprezzo”. Ma in effetti l’andamento generale era da deragliato di cervello, osceno, grottescamente inutile. Ora ricordate queste tre parole, poiché la spiegazione per i miei lettori, e per altri, del perché Paolo Barnard, con quello che è e che ha fatto nella sua professione e vita privata, sia sceso a questo livello s’incardina su quelle tre definizioni.

Perché? Perché i social networks, invenzioni a volte occasionali ma sempre poi seguite da feroci aziende di massmanipolazione mediatica (i Casaleggio americani per intenderci ma circa 8mila volte più capaci del pagliaccio italiano), sono TUTTI

- deragliatori di cervelli di massa

- oscenamente dannosi

- grottescamente inutili

Paolo Barnard ne ha scritto con ampie e dettagliate spiegazioni per anni, denunciandoli, avvisando la società civile attiva di togliersi da essi, perché disegnati per ucciderla (ricordate “attivismo di tastiera?”). Tutto per nulla. E allora Barnard ha pensato questo che segue, ma che è stato, devo ora dire, un pensiero del tutto fallato:

Paolo Barnard entra nel social network e ne impersona le tre micidiali caratteristiche in uno scioccante spettacolo di deragliamento di cervello, di danno osceno, e di totale inutilità.

Speravo che una quota di persone e di miei lettori capisse la metafora inscenata, che si aprisse su Twitter una discussione, con tanti contributi, con una crescita di consapevolezza. Ma niente, eccetto 3 o 4 lettori che in effetti ci sono arrivati su migliaia. Ok, esperimento fallito. Credo che siate tutti troppo corti di mente perché io lo continui. Fine.

Ecco chi era Paolo Barnard su Twitter. 

Ora back to ME-MMT.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...