[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


Il 12 novembre un tizio famoso che conduce il programma la Zanazara su Radio 24 parla di me e di ciò che ho detto all’Ultima Parola di Rai 2. Naturalmente questo Kierkegaard via etere omette il contenuto drammatico della tragedia di un diciassettenne che ha perso il padre suicidatosi per l’Economicidio di Monti, e che io avevo premesso alla mia famosa frase “Monti, criminale, denunciami”. E seguono sberleffi vari, coadiuvati dai commenti di un signore che sembra avere il Q.I. di un involtino di pollo. Ok. Poche ore dopo mi arriva questo da una faccia di bronzo da Oscar:

 

Buongiorno prof. Barnard,

 

volevo contattarla per proporle un’intervista all’interno del programma serale di Radio 24, La Zanzara.

 

Mi faccia sapere se posso chiamarla oppure se lei mi può contattare al numero 348***********.

 

Grazie

 

R. P.

Radio 24 – La Zanzara

La mia risposta:

Non mi presto al circo dei freak. Sia cortese, non siamo tutti scemi. B

Ora un messaggio per voi che siete seri nel movimento ME-MMT: io sono forse l’unico personaggio pubblico in tutt'talia che ha rifiutato sia di apparire sul blog di Grillo dopo un invito dei Casaleggio sia alla Zanzara, contenitori che sono seguiti da milioni di involtini di pollo. Morale della favola: noi ME-MMT siamo gente preparata, noi abbiamo un compito terribilmente serio in Italia, noi non vendiamo la nostra importanza per apparire fra le star. Sono certo che condividete. Vostro B.

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...