[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


LA BANALITA’ DEL MALE DI UNO SCIENZIATO. (e questi ci curano?)

 

Lo storico e accademico americano Edward Herman coniò quarant’anni or sono la frase che meglio rappresenta le mostruosità moderne e l’agghiacciante apatia dei più di fronte ad esse, eccola:

Hanno reso plausibile l’inimmaginabile”. Dovete tenerla a mente lungo tutto questo breve racconto.

Pochi giorni fa ho pubblicato un articolo della serie TECH-GLEBA, dal titolo “ADENINA-GUANINA-CITOSINA-TIMINA Ltd. E oggi 1984 è una barzelletta”. Davo conto del, in parte drammatico, arrivo di predizioni genetiche sempre più accurate su milioni di umani, il cui DNA è stato raccolto in banche dati (in Italia neppure consenzienti). Scrissi che già oggi quei dati sono nelle mani delle speculazioni finanziarie. Ma avvisavo anche di un pericolo ancor maggiore, alla luce di ciò che infatti è successo con l’avvento degli 'innocenti' smart phones e rivelato per puro miracolo da Edward Snowden nel 2013: avvisavo cioè dell’uso politico per il controllo di massa a cui si prestano queste portentose tecnologie. Ok.

Sulla mia pagina Facebook appare di colpo uno scienziato e ricercatore italiano, un genetista di confermata fama internazionale di nome Francesco Casciello, il quale parte dandomi del pericoloso incompetente, ma poi m’ingaggia (come potrete leggere sulla pag.) in un dibattito serrato. Ma il punto non sta in ciò che mi obiettava, no. Il punto spaventoso sta nel come quest'uomo, che lavora per le cure dei tumori, non sia più in grado di scandalizzarsi di fronte a pericolose evidenze tanto colossali quanto l’avere un Tirannosauro nel bagno di casa. Neppure le vede. E guardate che questo è divenuto la norma nella Scienza.

Le mie fonti per l’articolo di cui sopra erano in parte prese da uno scritto scientifico pubblicato nientemeno che dal Massachusetts Institute of Technology (MIT), una delle vette mondiali di autorevolezza (almeno così è per gli scienziati). Eccolo:

https://www.technologyreview.com/s/609184/uk-biobank-supercharges-medicine-with-gene-data-on-500000-brits/

Ora, badate bene a questo. Facciamo finta che i miei avvisi non esistano, e concentriamoci solo su quello che l’articolo del MIT, ovvero la Scienza al Top, descrive con IMPERTURBABILE candore. Proprio come se tutto fosse NORMALE, perfettamente nel PUBBLICO INTERESSE, e neppure un minimo dei minimi CONTROVERSO. Ecco la lista:

1) E’ ok dare in pasto al mondo – sulla Cloud di Internet e con una App per guardarli - i dati genetici di 500.000 inglesi e pagati dallo Stato, senza nessuna premura né legislazione che mantenga l’uso di quei dati nello stretto Interesse Pubblico. Questo è ok oggi. Ed è ok che 500.000 inglesi abbiano dato l’assenso a donare il proprio corpo per scopi che di certo non gli furono rivelati, per il semplice motivo che quando gli fu chiesto di aderire al progetto, nel 1998, neppure esisteva la speculazione privata sul Genoma come esiste oggi. Se lo chiede forse il MIT se oggi il consenso lo darebbero? No. E questo è ok, la Scienza Top non emette un suono di critica, bene.

2) Prima ancora d’iniziare, l’articolo del MIT ci dice che spiando il DNA potranno tracciare “di tutto”, addirittura “a chi piace la birra”. E questo è ok, no? Pulito come un bebè, figurati se informazioni come queste non saranno pagate a fior di galeoni d’oro dalla Heineken, e dalle altre multinazionali dell’Agri Business, nooo, ma quando mai? Lo Streamlining e il Targeting sono una branca del business globale su cui vengono spesi miliardi di dollari all’anno, ma tranquilli: come sempre accade nella vita, quando il galeone d’oro entrerà nel laboratorio del buon ricercatore pubblico, questi gli sbatterà la porta in faccia, come no. L’MIT non si pone il problema.

3) Il MIT c’informa poi senza un singolo commento che in California una Startup privata, di proprietà dell’ex moglie del più potente tecnologo-speculatore del Pianeta, Sergey Brin, e che si chiama 23andMe possiede una banca dati genetica, e “ne ha venduto l’accesso a Big Pharma per milioni di dollari”. Qualcosa che non va? Nulla, sappiamo che Big Pharma - fra scandali con 60-100.000 morti per un singolo farmaco truffa, stermini di africani a cui non fecero sconti sui farmaci salva-vite, guerre all’India perché non producesse farmaci generici per quei morti di fame, processi plateali in America per scandali da corruzione da far impallidire Gheddafi - bè sappiamo che Big Pharma lavora per la nostra salute, no? Ma l’illustrissimo scienziato autore dell’articolo ci dice tiepidamente in una riga, che sì, magari qualche speculazione commerciale di queste Startups “è di dubbio valore medico”. Sulle altre cose qui sopra? Tutto a posto.

4) Uno dei colossi di Big Phama, la GlaxoSmithKline, è citata dalla Scienza Top del MIT, e senza lo scomporsi un pelo pubico, mentre dice allegra “Invece di spendere decine o centinaia di milioni di dollari per farci la nostra banca dati genetica, oggi paghiamo una bolletta di 2.500 dollari” e pescano nei dati pubblici di cui sopra. E non gli si scompone un pelo di barba all’autore quando riporta quest'altra dichiarazione: “Nonostante la GlaxoSmithKline venda 30 miliardi di dollari di pasticche all’anno, ci dice che non hanno mai avuto le risorse (sic!) per farsi una banca dati genetica, ma ora con i dati pubblici inglesi hanno raggiunto la concorrenza”. Non ci trovano nulla da dire. E’ quello che Noam Chomsky chiama “Socialismo per le multinazionali, capitalismo per i cittadini”, visto che furono soldi pubblici inglesi che pagarono per quel ‘tesoro’ oggi regalato alla GlaxoSmithKline, e furono centinaia di milioni. Ma quello stesso governo britannico avrebbe avuto una crisi epilettica se gli fosse stato chiesto di versare la stessa cifra ai pensionati minimi inglesi. Ok, questo ‘dettaglio’ morale per la Scienza Top non merita un singolo fiato di commento.

5) Viene citata un’altra Statup di barracuda per il profitto, la HumanCode americana, che viene descritta dal MIT dopo aver parlato di risultati per la pubblica salute (sic!), ed è nominata di nuovo senza un alito di commento mentre sti squali privati dicono “Ci stiamo furiosamente fiondando su quei dati pubblici…”, ma dai? E l’autore dell’articolo ci rammenta, imperturbabile, che HumanCode sviluppa “test del DNA per passatempo, incluso uno che dice ai genitori che aspetto avranno i loro figli”. Ma che edificante uso della Scienza, dei segreti più intimi in assoluto di 500.000 umani… “Ci stiamo furiosamente fiondando su quei dati pubblici”, la bava alla bocca di sti esseri bagna persino il mio portatile. E la Scienza Top? Non una parola.

Il MIT è asettico, non commenta. E' Scienza dopotutto, no?

Questi i punti dell’articolo da cui io ho tratto dati per il mio pezzo. E qui ritorna il Dr. Francesco Casciello di cui sopra, un genetista di chiara fama internazionale che mi ha ingaggiato in una guerra di  commenti proprio su come io ho usato quell’articolo del MIT. Casciello mi ha tempestato di critiche sulle mie virgole, consonanti, punti esclamativi, sulle mie idee in merito ai Poteri, sulle sfumature delle parole in inglese, di tutto e di più…

… ma indovinate se quest’uomo, che è un leader internazionale della ricerca sui tumori, ha notato anche solo un punto di quelli da me citati prima. Assolutamente no. Il Dr. Casciello mi ha fatto le punte alle matite delle matite, passando sopra a quelle che sono oggettivamente delle MOSTRUOSITA’ etiche, morali, commerciali, e che lui neppure vede più, così come Stevie Wonder non vedrebbe un Tirannosauro che gli dorme in giardino. Esattamente uguale, solo che il cantante è giustificato. Questo Dr. Casciello, e tutti quelli come lui (il 99%), NO, NO e NO.

Io non ho fatto figli quando potevo perché in quegli anni ero di ritorno dall’Africa, dove visitavo gli ‘ospedali’ con scheletri umani che morivano di diarrea cagando i propri intestini. Ma i farmaci costano negri, perché la ricerca sapete, costa tanto, e ci spiace se i buoni ricercatori pubblici non hanno mai davvero mosso un dito per voi. Ero di ritorno dalla Repubblica Dominicana dove filamvo un eroico avvocato di nome Ho Chi Vega, che aveva preso di petto proprio la GlaxoSmithKline, che pretendeva dagli ammalati delle baracche allagate dalle fogne a cielo aperto prezzi occidentali per una pastiglia di qualsiasi genere. Ero di ritorno dalle corsie dove aiutavo ragazzi di 30 anni a morire di Aids, e li vedevo morire anzi tempo perché la ‘Scienza tuttobene’ li bombardava di AZT, che il premio Nobel Karry Mullis mi disse di persona essere “un veleno che nei trials di Detroit uccise così tante cavie e così in fretta che si bloccarono i laboratori”. Ero di ritorno dal faccia a faccia con lo ‘Zar’ americano dell’Aids, Antony Fauci, a cui dissi che stavano uccidendo migliaia di ammalati con il loro ‘scientifico’ AZT, e lui, lo scienziato, aveva lo sguardo vitreo. Poi 15 anni dopo, ammisero che sì, avevano sbagliato. Già, un errore.

Hanno reso plausibile l’inimmaginabile”. E non lo vedono più.

Caro Dr. Francesco Casciello, lei è cieco, e sta barcollando verso la banalità del male dello scienziato, o forse ci è già dentro fino al collo. E vede, io ora mi fermerei qui, se non fosse che siete proprio voi che non di rado ci ammazzate con la vostra acritica cecità della ‘Scienza tuttobene’. Se io la incontro in strada, Dottore, e le sparo un colpo in mezzo alla fronte vado in galera, e lei scompare dalla sua famiglia. Se lei lavora da bravo uomo della ‘Scienza tuttobene’ e mi fa il Vioxx che mi ammazza il padre d’infarto quando ho 14 anni, lei non solo non va in galera, ma poi 10 anni dopo dirà “ci siamo sbagliati”. E mentirà, perché la Merck e i suoi ricercatori della ‘Scienza tuttobene’ lo sapevano benissimo che il Vioxx uccideva. E allora questo mondo non è giusto, Casciello, io dovrei poterle sparare in fronte e poi dire “mi sono sbagliato”, e via.

Ma, le chiedo, ucciderla e poi poter andare tranquillamente a spasso non sarebbe “rendere plausibile l’inimmaginabile”? Sì, ma è ciò che tanto, troppo spesso fa la sua magnifica Scienza. Allora amico apra gli occhi, lei ha un Tirannosauro nel bagno di casa, e la banalità del male che le alita sul collo. Io ho solo la mia ignoranza che m'insegue, come lei sa bene e come mi ha detto.  

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...