[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


RIEDITATO, LE DONNE E ME.

 

Scrivo ciò che nessuno del mio livello osa scrivere sulle donne.

La mia ultima donna fu la ormai nota CerbiattaScorpione, la donna peggiore della mia vita. Ora, prima che la quota di maggioranza di cerebro-impagliati si mettano a muggire che “Barnard ha il cuore spezzato per sta CerbiattaScorpione”, preciso che:

L’UNICO SENTIMENTO CHE PROVO PER LEI E’ RABBIA, UNA RABBIA NERA, E NON HA NULLA A CHE FARE CON UN QUALSIVOGLIA AMORE.

Perché? 

Perché una donna ha diritto di lasciare un uomo, anche per ragioni idiote, ma non ha diritto di lasciarlo massacrandolo con un sadismo e una disumanità da far vomitare una guardia di Auschwitz sepolta da un anno. Per umana pietà verso chi vuole leggere ste righe senza rimettere, non racconto ciò che mi ha inflitto, salvo il fatto che di colpo alla fine ha sfoggiato la sensibilità del Mostro del Circeo, oltretutto lasciandomi mentre ero seriamente ammalato, avevo pensieri suicidi per la malattia, e lei lo seppe, mentre io le chiedevo perdono per i miei errori. Lei no, lei era perfetta, e con me piegato, giù frustate.

E’ noto a tutta l’Italia, e dal 2004 precisamente, come divento io quando subisco il tradimento infame, o la crudeltà gratuita e reiterata. Divento un Cobra con la Sifilide, come accadde fra Barnard e Gabanelli, Fornoni, Colombo, la feccia MMT Italia, Mosler, Povia, Paragone e purtroppo molti altri. Allora cefali della Manzotin: potete forse dire che “Barnard ha il cuore spezzato per sta Gabanelli, Fornoni, Colombo, la feccia MMT Italia, Mosler, Povia, Paragone… che li ama e li vorrebbe riabbracciare”? Chiusa la parte meno interessante.

Ciò che interessa invece è come sia possibile che così tanti di noi uomini

- poi voi donne pubblicherete i vostri Cahiers de Doléances dove cazzo volete -

dicevo, com’è possibile che tanti di noi uomini finiscano in relazioni del calibro della tipa di cui sopra. Cioè come sia possibile che tanti uomini NON si accorgano che la persona con cui amoreggiamo contiene in sé, nascoste, le fiale della crudeltà disumana. Possibile, ci si chiede, che in anni di relazione non se ne spii neppure l’ombra? Io non sono un 22enne, sono Paolo Barnard, voi avete letto la mia Bio, eppure ci sono cascato come un ragazzino.

Cosa abbiamo di sbagliato? Non è una domanda retorica, perché se tanti uomini, almeno degni, non si accorgono in anni di avere di fianco una donna scorpione, bè, quegli uomini devono farsi mooolte domande, inutile strillare poi “Si è rivelata una stronza!”.

E allora la mia riflessione si sposta ‘epistemologicamente’ su cosa compone i bisogni di noi uomini perennemente e disperatamente alla ricerca di conquiste. Erich Fromm disse tante cose, ma ammettiamolo, è passato alla Storia per come ha descritto in modo egregio la dicotomia fra l’Essere e l’Avere.

E qui non faccio tanti arzigogoli intellettualoidi, eh no. Non vi faccio nessuna lezione. Io con la tipa di sopra ho dato il tappeto rosso all’Avere, cioè l’avere la strafiga 30 anni più giovane di me, l’avere la gente nei locali e nelle strade che mi guardava con invidia, l’avere un’adorante cerbiatta che mi coccolava e IO CREDEVO FOSSE AMORE! Contava quello. L’Avere di Fromm, l’apparenza di fisionomia e modi dolci scambiati per amore, ecco a cosa diedi importanza io con quella. Ma qui sta una sorpresa lettori e lettrici:

Me ne sono pentito? Nooo! non ho sbagliato, anzi, ho fatto benissimo!

Credete che oggi mi vergogni? No, perché dopotutto, diciamocelo, l’Essere nella sfera femminile media sarà anche nobile se in qualche modo fa capolino, ma è noioso e controproducente come la nebbia di Migliarino a novembre. Perché le donne sono adatte a tutto, ma non all’Essere, perché sono cerebralmente come le macchine dell’autolavaggio, quando gli scade il gettone, il loro cervello si ferma, e non c’è niente da fare, oltre non vanno.

Sono geneticamente incapaci di andare oltre un cognitivo terreno o spirituale che alla fine è comunque sempre banale. E davvero… NON SANNO AMARE, sanno essere cerbiatte ma alla fine ti vogliono possedere, e possedere non è amare, come insegnò al mondo il dimenticato Khalil Gibran. Poi le donne non sanno concepire il paradosso, il varcare i limiti a costo delle scandalo, non potranno mai “far esplodere i limiti dell'impossibile” (S. Brin). E oggi non hanno scuse, le nostre donne. Lasciamo stare il sud del Sudan.

Quindi di sbagliato, noi che cerchiamo ste fighissime, bè, non abbiamo poi così tanto.

Ne consegue, che se si parla di quel bipede con tette e taglietto fra le gambe, io in questo minuto continuo su quella strada, sulla strada dell’Avere, tale è il vuoto della donna media.

In effetti, se a una donna togli la bellezza, l’età profumata del post adolescenza, il tacco 12, le forme da quadro del Casanova, e se gli togli come una strafiga muove le ultime vertebre del bacino mentre va in bagno al ristorante, cosa rimane? Rimangono delle cesse inscopabili che peraltro sono ancora più acide e rompicazzo, altrettanto limitate (anche quando colte), in tantissimi casi altrettanto stronze nell’anima o molto più stronze nell’anima delle stragnocche (specialmente contro altre donne), ma però cesse cazzo…

E allora uno come me – non parlo del signor Giacomo o del tizio con la moto – arriva alla conclusione che la donna in ogni caso ti ostacola la vita a causa di questi suoi insormontabili limiti più sopra elencati, poi diventa mille volte pressoché intrattabile se la si sfida con l’intelligenza… quindi tanto vale almeno farsi opprimere per anni da una che potrebbe però sfilare per Victoria Secret.

Tanto, guardate, le donne che varrebbe la pena avere di fianco fino al letto di morte, e che per miracoli inspiegabili non hanno i limi sopra elencati, sono lo 0,1% dei viventi, le altre lasciamo perdere, belle o cesse.

* Preciso per le cerebro-impagliate (prima che muggiscano): Questo scritto NON vale per lo 0,1% di voi donne, come l’accusa di Olocausto non valse per lo 0,1% delle SS di Hitler. Sì, lo 0,1% di voi è la divinità fatta persona, ma valle a beccare fra il 99,9% delle altre. (a me è riuscito, ma non sono l’uomo medio).

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...