[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


ONORATO, PARTECIPO. VENITE ANCHE VOI. NE VA DI VOI.

 

Invito ricevuto, un onore per me:

Gent.mo Dott. Barnard,

le scrivo a nome dell’associazione di promozione sociale “I Portulani” di Palagianello (TA), impegnata sin dal 2006 nella diffusione della cultura della legalità nel territorio tarantino.

Il nostro impegno si ispira alla figura del magistrato Paolo Borsellino, esempio di coerenza e di coraggio civile nella lotta alle mafie.

A lui è dedicata un’iniziativa giunta alla dodicesima edizione dal titolo “L’eredità di Paolo Borsellino”.

Nel corso degli anni abbiamo coinvolto personalità impegnate a vario titolo nell’affermazione dei valori di legalità e di giustizia. La scelta è ricaduta su persone che hanno operato spesso fuori dal coro ritrovandosi inevitabilmente in situazioni di isolamento, soprattutto da parte della politica. Tra gli altri sono intervenuti Piercamillo Davigo, Salvatore Borsellino, Rosario Crocetta (allorquando ricopriva la carica di sindaco di Gela), Antonio Ingroia (l’Ingroia magistrato), Nicola Gratteri, Elio Veltri, Angela Napoli e tanti altri.

Ed è sulla solitudine che accompagna alcuni servitori dello Stato, proprio come accaduto a Paolo Borsellino, che vorremmo soffermarci nell’appuntamento di quest’anno.

Di particolare interesse appare a questo riguardo l’esperienza del pubblico ministero della procura di Trani Michele Ruggiero caratterizzata da una battaglia condotta in solitudine contro le lobbies finanziarie internazionali. Solitudine accentuata dalle pubbliche istituzioni che hanno preso le distanza sin dal principio dalle sue iniziative giudiziarie e dall’organo di autogoverno della sua categoria che ha avviato una pratica disciplinare dopo un suo pubblico sfogo su un social.

In quell’occasione chiederemo al magistrato di soffermarsi, partendo dalla sua esperienza, sull’importanza di portare avanti le proprie idee anche in discordanza con l’opinione maggioritaria ovvero con il politicamente corretto.

Dall’esperienza del PM Ruggiero alla sua attività, Barnard, il passo è breve. Non barattare le proprie convinzioni ed agire con coerenza in un mondo dominato da logiche capitalistiche e da un pensiero unico omologante sono merce rara nel nostro Paese. La sua, da sempre, è una voce fuori dal coro che si batte affinché i cittadini prendano coscienza delle problematiche sociali ed economiche dei nostri giorni. Ci piacerebbe, pertanto, che partendo dall’esperienza del nostro “Davide pugliese” contro il “Golia internazionale” illustrasse ai presenti quanto e come la politica economica internazionale influenzi le nostre vite non senza riferimenti al tema della serata ovvero “il coraggio della solitudine” di chi si incarica di portare avanti certe battaglie.

Il nostro incontro è previsto per la sera di domenica 23 luglio.

Restiamo, pertanto, in attesa di un suo cortese e gradito riscontro.

Cordialmente...".

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...