[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


CAPIRE LE PROPORZIONI IN QUESTA GUERRA. STAPPA UNA COCA.

Ero in decollo su un AA da Los Angeles a Chicago, lo ricordo come fosse ora. L’Aids era la notizia di fine secolo, eravamo a 15 anni dalla morte di Rock Hudson, era morto Freddy Mercury da nove anni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, cioè l’ONU, doveva urgentemente iniziare una campagna a tappeto in Africa perché le stime davano quel continente con tassi d’infezione da HIV inimmaginabili, uno sterminio. Nei corridoi di Ginevra non sapevano dove andare a sbattere la testa, perché fra migliaia di ONG del mondo presenti nel continente nero non ve n’era una che potesse raggiungere gli angoli più sperduti e più infetti dell'Africa. Non potevano farlo gli eserciti occientali, neppure gli stessi governi africani. Nessuno sapeva come risolvere questo problema.

Sono dunque sul mio sedile e apro in LA Times. Ecco cosa leggo: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha risolto il dramma della difficile diffusione della campagna anti Aids in Africa. Ora i suoi volantini e i kit di prevenzione potranno raggiungere ogni sperduto anfratto africano. Grazie alla Coca Cola Company…”.

Sì. l’OMS aveva bussato alle porte del mostruoso colosso di Atlanta e chiesto, tremante, aiuto. L’ONU chiedeva aiuto a un’azienda. L’ONU… No, non Medici Senza Frontiere… L’ONU. Immaginate il colloquio fra 193 Stati del mondo e quelli della Coca:

Voi che da 20 anni avete la più capillare rete di diffusione commerciale mai esistita al mondo e che vi vede col vostro prodotto in vendita sulle rive più irraggiungibili del Rio delle Amazzoni, anche sul Karakorum, potreste aiutarci a portare i nostri kit ai villaggi africani che non sappiamo come raggiungere?” “Yes, sure”, certo, risposero quelli della Coca Cola Company. E io mi ghiacciai dentro.

Le proporzioni della nostra guerra contro il Mercato mi apparvero davanti lì, sul quel cazzo di aereo, and I was blown away, cioè esplosi a pezzi. Perché...

... una sola multinazionale controllava più territorio in Africa di ciò che potevano fare 193 Stati del Pianeta. E noi siamo in guerra con migliaia di queste, noi, con l'esercito dei 'guerrieri' del Web, le 'belle anime' con le manifestazioni, le conferenzine, e Youtube. 

Il resto lo pensate voi, perché io come affrontarli ve l'ho già detto da anni, ma vincono i 'guerrieri' del Web, le 'belle anime' con le manifestazioni, le conferenzine, e Youtube.

Ma mi piace sta cosa, fa uno slogan figo, cazzo: Have a Coke, pop a Coke, save the Africans from Aids. Yea...


 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...