[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


IL VERO POTERE UCCIDE IL VERO POTERE SENZA PIETA’. AUTOAMPUTAZIONE PER VINCERE.

Qualche rara volta, vivere in sto mondo fetente per abbastanza tempo per vedere cose stupefacenti, ti fa pensare che qualche volta vale la pena vivere. Hold on, sto dicendo, solo qualche rara volta, eh?

Bè, la mia carriera di ‘Vero Potere Buster’ iniziò prendendo per le corna una della più, o forse allora la più potente organizzazione del Vero Potere del mondo. Era il WTO, World Trade Organization (Organizzazione Mondiale del Commercio) di Ginevra. Sapevamo, io e altri 2 italiani (uno era l’immenso e dimenticato Meregalli) e una cinquantina di americani – con un’armata di inutilissimi 'facciamo casino' che scesero nelle strade di Seattle nel 1999 e a Genova nel 2001 (Agnoletto ammazzati, li hai mandati al macello) – che il WTO era il Demonio. E lo era.

Pensate, un’Organizzazione, il WTO, più potente di qualsiasi Parlamento, capace di imporre al Pianeta Terra regole del commercio totalmente sfavorevoli al 99,98% degli uomini o degli animali e delle piante, e che attraverso tre giudici non-eletti ma invocati dai governi di Stati carogna come USA, Italia, Francia, o Svezia o Canada, Australia, Giappone ecc. poteva fare tanto male a quel 99,98%. Tutto questo nel nome dei soliti noti, la Corporations.

E allora io, gli altri 4 sfigati di studiosi ci mettemmo a spiegare, a prendere per le corna, a divulgare il mostro del Vero Potere di quei tempi, il WTO, rimettendoci carriere, stipendi ecc.

(tutto fatto x l’anima del cazzo, ovvio, come sempre è il frutto del nostro lavoro…… dai, mettete su un porno e poi continuo)…

… Dicevo: ci mettemmo a dare tutto noi stessi, a rischiare e a rimetterci il fondo schiena professionale per denunciare il Vero Potere del WTO, ok? Ma poi scoprimmo una cosa terrificante.

Il Vero Potere si era fatto scappare da una scucitura del suo mantello di Dracula un micro dettaglio che alla fine finì per fotterlo:

IL WTO RICHIEDEVA IL CONSENSO ANCHE DEI PAESI SFIGATI COME INDIA, BRASILE, INDONESIA, SUD AFRICA ecc.

Perché fecero questo letale errore? Perché a fine anni ’90 sti Paesi contavano come un lavapiatti pakistano nei ristorantini del centro di Parigi. Cioè zero. Poi però, per motivi che non tratto qui, India, Brasile, Indonesia, Sud Africa et al., 10 anni dopo iniziarono a contare. E di fatto bloccarono il Vero Potere, cioè letteralmente infilarono una sbarra di plutonio fra i cingoli micidiali del WTO controllato da USA e da altri ricconi. Il Vero Potere era sbalordito, non era mai accaduto nella Storia che gli sfigati avessero trovato il modo di mettergli i bastoni fra le ruote. MAI MAI MAI MAI!

Allora, per essere brevi e semplici per tutti. Cosa fa il Vero Potere se un suo braccio si mette a fare brutti scherzi? Non ci pensa su un secondo: lo AMPUTA.

Washinton ha deciso nell’arco di non più di 3 anni di amputarsi un braccio. Senza pietà. Così fa il Vero Potere. Piuttosto che perdere una partita, si amputa un braccio, e al Dipartimento di Stato USA, con il sì della Merkel, fu deciso nel 2012 di ammazzare…

…. riscrivo: AMMAZZARE

… il WTO del tutto. Morto, stecchito.

Cosa significa? Washington, il Vero Potere, ha capito che sti accordi di Commercio ai danni del 99.98% di noi, animali, piante e oceani, non potevano essere fatti col suo braccio destro, cioè col WTO, allora se lo amputa e via.

Ora al posto del WTO, Obama e la Merkel hanno imbastito una serie di Accordi Commerciali ancora PEGGIORI di quelli del WTO, e che nel silenzio e nell’ignoranza generale, ma soprattutto nella totale inazione di quei ragazzini ‘Ceres’ dei Centri Sociali, faranno 100 volte i danni del WTO, in tutti gli ambiti umani: dai diritti alla Salute, all’ambiente, all’economia delle microregioni, agli Stati indebitati, alle PMI, agli standard di protezione dei cittadini, all’occupazione, alla regolamentazione delle maledette banche, ai servizi essenziali agli anziani bambini disabili, a tutto cazzo!

La differenza è appunto, come sto ampiamente facendo capire in sto articolo, che questi nuovi Accordi Commerciali pro Corporations ora si faranno fottendo o aggirando il WTO e quindi IL CONSENSO dei Paesi Emergenti. Si faranno PRIVATAMENTE fra Stato e Stato. Con tutta una serie di nuove regole CENTO VOLTE PEGGIORI di quelle del maledetto WTO. Si faranno in NUOVI Accordi Commerciali, che io nel caso peggiore già spiegai qualche secolo fa qui:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=833

Ok. I nuovi Accordi Commerciali ammazza 99.98% (salute, scuole, ambiente, regioni, PMI, occupazione, banche, servizi essenziali, cittadini, bambini, disabili…) hanno nomi che il taxista di Savona o l’imprenditore di Cagliari non capiranno mai: TTIP, TPP, o TISA. Pazienza, la vostra sfiga sfigati non ammette ignoranza, ve ne accorgerete gggènte, ve ne accorgerete.

Ma la cosa che sottolineo alla fine di queste righe è questa meravigliosa, ammirevole – perché una cosa così spietatamente e crudelmente efficiente come l’AUTOAMPUTAZIONE del Vero Potere pur di dominare non può che essere, da noi stupidotte belle anime al borotalco incapaci di amputarci il tablet, ammirata – la cosa che sottolineo è, dicevo, questa capacità del Vero Potere di VEDERE 200 AVANTI, DI PENSARE AL FULMICOTONE, E DI AGIRE CON SPIETATO AUTOSACRIFICIO, PERSINO AMPUTANDOSI PUR DI VINCERE.

Il WTO è stato ammazzato con un colpo alla nuca in mezzo secondo. Non so se qualcuno qui si rende conto di che razza di Potere era il WTO, e che siamo alla Stalingrado… Il Vero Potere non si ferma amici, Nnnnnnno!


 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...