[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


IL MIRACOLO CHIAMATO BAMBINE. MEGLIO CHE NON ESISTA.


No, no. Non c'è paragone. Avere una bambina, trovarsi fra le braccia l’odore di bambina. Vedere crescere una bambina, che è estensione della divinità umana. E io volevo essere il suo ‘papino’, quello che nell’altra mia cultura si chiama 'daddy'. Non mi è stato dato.

Le bambine rimangono dolci amori attraverso le ondate ormonali. I maschietti no, diventano irritanti idioti.

Spesso guardo i colli della adolescenti. Avete notato la differenza con la corrispettiva parte del corpo del maschio? Il collo delle adolescenti rimane un luogo di amore, un irresistibile luogo di seta, profumato per…  i cinquant’anni successivi.

E’ come avere una pianta fiorita che non appassisce per cinquant’anni.

Raccontare favole a due bambine coi loro occhi spalancati – io lo so, lo feci e alla fine ero io quello senza fiato per l’emozione – è un passaggio dopo il quale si può anche dire sì alla morte.

Il profumo delle bambine. Il loro capelli assolutamente adulti, da donna, anche se hanno 7 anni, mi affascinano. Come sanno, le bambine, capire il farsi belle già a 4 anni, le bambine. Dio che pena i maschietti, non capiscono niente, praticamente mai. Una bambina a 4 anni vede come le dona la treccina nei capelli. Cosa vede un maschietto a 4 anni? Un cazzo di niente di sé, forse vede il giocattolo, ma nulla si sé.

So bene che parlo da uomo. Io adoro avere un nugolo di capelli lunghi, di profumo bimba, io adoro il sentirmi dire “Papi!” col contorno di due braccine che mi stringono, e per le quali io sono Ercole, io sono la Grande Muraglia, ma anche l’amore assoluto, ‘my daddy’… avere questo lo adoro.

Non l’ho, non l'ho. Scelsi di non averlo quando credevo di avere una missione più alta. Che si è rivelata un colare oro in uno scolo di una porcilaia. Che Dio vi faccia crepare nell'agonia.

Alla bambina che non ho mai avuto dedico… non so cosa. Perché vedi, mio piccolo amore, se ti avessi avuto ci saremmo tanto amati di profumi di corpi e di mani grandi che accolgono manine piccole che pulsano amore. Ma poi? Poi ‘papi’ ti avrebbe lasciata sola in questo mondo, e allora, dopo tutto, meglio che tu non esista, in un mondo dove l’oro è colato nelle porcilaie.

Meglio che io e te, mia piccola nugolo di amore, ci amiamo a occhi chiusi, nei pensieri prima di dormire.

A te mia piccola, che qui non ho, ma altrove sì.

 

 

 

 

 

 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...