[Alcune considerazioni su...]

(versione stampabile)


LECTIO MAGISTRALIS IN ECONOMIA. DOCENTE: OPERAIO LAUS FUCKS

 

Laus Fucks mi ha scritto una mail in inglese. Operaio tedesco nell’indotto Volkswagen, Mercedes ecc. da 25 anni, occhi aperti, mente ammirevole. Ecco cosa ci racconta chi l’economia la vive davvero (non chi la studia col culo grasso venduto ai Massoni). Tema: l’Inflazione.

Inflazione?:...così la vedo io da operaio specializzato operatore XXX alle Frese a 5 assi.

Cazzate immense!

Lavoro in una ditta di attrezzistica per gli stampi delle lamiere che fornisce attrezzi da stampaggio e componentistica per tante ditte fornitrici per le grandi marche automobilistiche tedesche e non. Ho cambiato 4 datori di lavoro in 20 anni di esperienza e ho conosciuto le tecniche di produzione più diverse, nonché il tipo di prodotti.

Inflazione...Cazzate immense!

Si poteva parlare d’inflazione 40 anni fa, ma non ora..non adesso! Non è possibile che solo io mi renda conto che cosa significhi l'efficienza produttiva in confronto a 35-40 anni fa: sarà sicuramente 20 volte di più! (con 10 volte minimo di personale in meno!). Non ci sarà mai una carenza di prodotti, se non perché magari un giorno mancheranno le materie prime, ma non ora. (carenza di prodotti a fronti di molti soldi per comprarli = inflazione, nda)

Come esperienza diretta lavorativa ho confrontato nel tempo libero (invece di farmi di Birra al finesettimana) come si lavorava nel settore metalmeccanico negli anni del Boom economico, utilizzando parecchie fonti come filmati letteratura industriale ecc. ecc.

Primo! Oggi si produce con altissimi standard in tempi da record per tempi brevissimi di produzione, per poi rinnovare le linee produttive per i nuovi modelli che il “Mercato” impone per essere competitivi. Ciò significa: nuovi progetti, nuovi attrezzi, nuovi stampi, nuovi prototipi, nuovi processi lavorativi, nuovi banchi di prova, nuovi avvii di produzione, nuove commissioni alle ditte fornitrici che a loro volta: nuovi progetti, nuovi attrezzi, nuovi, stampi, nuovi prototipi, nuovi processi lavorativi, nuovi banchi di prova, nuovi avvii di produzione…!

Secondo! Le tecnologie odierne offrono lavorazioni in tempi produttivi ridicoli (o sbalorditivi a secondo del punto di vista!) con dispendio di personale minimo (o si ha un lavoro e si lavora per tre, o non si ha niente e ci si sbatte). I materiali moderni dell'utensileria per le macchine utensili nonché la digitalizzazione totale delle parti progettate, permette di finire una componente per uno stampo per un utensile formante a caldo (es. una cappelliera posteriore di un'auto) nel giro di 5-6 ore di lavorazione effettiva! Cioè un ‘nano-scondo’…

Qual è il punto? NON CI SARÀ MAI INFLAZIONE CON UNA CAPACITÀ PRODUTTIVA SUPERSONICA COME QUELLA ODIERNA!... (perché ci saranno sempre più prodotti che soldi disponibili per comprarli, visto che li si produce alla velocità del lampo, nda) e intanto le auto invendute parcheggiate presso tantissimi importatori da una foto all'altra via satellite aumentano sempre più.

Questo é un video della stessa Fresatrice che adopero io: https://www.youtube.com/watch?v=HtlNUkPMaC4

Oggi si lavorano gli acciai altamente legati come se fosse legno! Cioè oggi per produrre una cosa complicata che una volta richiedeva settimane, ci vuole un attimo, e pochissimo personale.

Prima non era così, prima i tempi per produrre una cosa erano molto più lunghi e richiedevano più occupazione, c'era un modello di auto nuova ogni 10 anni... e per fare gli stampi ci volevano mesi su mesi! Ed era il boom economico. Così si lavorava nei tempi del boom economico... e non c'era precariato.”

Se posso aggiungere un commento. Laus Fucks ci dice una cosa fondamentale, e cioè che la corsa forsennata alla super-produttività CON MENO OCCUPAZIONE E MENO SALARI voluta dai Tecnocrati dell’economia dominante, non solo non creerà mai inflazione, ma DEFLAZIONE, cioè crollo prezzi per mancanza di redditi sufficienti a comprare ciò che si super-produce oggi (“intanto le auto invendute parcheggiate presso tantissimi importatori da una foto all'altra via satellite aumentano sempre più”). La deflazione non significa solo che tu compri cose per meno soldi, vuol dire soprattutto che le aziende coi prezzi ai crolli storici non fatturano, quindi non assumono, abbassano i salari (precariato), licenziano, e tu hai meno reddito o sei disoccupato e compri meno, ti curi meno, sei sempre più povero. Altro che pacchia! E infatti contro cosa lotta disperato quel cretino criminale di Draghi oggi? Proprio contro la DEFLAZIONE europea a livelli da collassi nazionali (da loro causata).

Ci dice anche che negli anni migliori di sempre, il Boom economico, tutto era meno forsennato, eppure si stava meglio. Qui devo aggiungere io un pezzo mancante: si stava meglio soprattutto perché i Deficit degli Stati Occidentali (cioè la loro spesa pubblica per noi) non avevano i vincoli suicidi di oggi, e intervenivano per ribilanciare eventuali scompensi. Oggi lo scompenso egregiamente sottolineato da Fucks trova il vuoto dello Stato che in UE non ha più il potere di spendere per i propri cittadini, anzi, li deve tassare a morte per soddisfare la follia totale dei diktat economici dominanti. Ed ecco dove ci troviamo.

Anyway, thanks Laus, great contribution!

BIG CALM


 


- Letture Salva Cittadini

- Per un mondo migliore

- Perchè ci odiano

- Palestina & Israele

- L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema'

- Censura Legale

- Per una Sanità umana

- Video e Foto

- Chi è Paolo Barnard

- Contatti

 

- Alcune considerazioni su...

HOME | Letture salva cittadini| Per un mondo migliore | Perchè ci odiano | Palestina & Israele | L'informazione & la deriva dei 'nuovi paladini dell'antisistema' | Censura Legale | Per una Sanità umana | Video e Foto | Chi è Paolo Barnard | Contatti | Alcune considerazioni su...